MENU

Regione Lazio: Al via il bando per startup culturali e creative

4 Febbraio 2019 • In evidenza

Bando “Fondo della creatività per il sostegno e lo sviluppo di imprese nel settore delle attività culturali e creative”

 

Segnaliamo la pubblicazione – sul BURL n.8 del 24 gennaio scorso – dell’avviso della Regione Lazio per usufruire della nuova edizione del “Fondo della creatività per il sostegno e lo sviluppo di imprese nel settore delle attività culturali e creative” di cui alla L.R. 13/2013 – art. 7.

Il bando ha l’obiettivo di sostenere la nascita e lo sviluppo di imprese nel settore delle attività culturali e creative e in particolare nei settori dell’audiovisivo, delle tecnologie applicate ai beni culturali, dell’artigianato artistico, del design, dell’architettura e della musica. Il sostegno è assicurato con il cofinanziamento dei costi di avvio e di primo investimento delle attività per un contributo massimo per progetto di 30 mila euro a fondo perduto.

Contributo massimo per progetto 30 mila euro a fondo perduto (80% delle spese ritenute ammissibili)

Presentazione domande via PEC dalle ore 12:00 del 25 febbraio 2019 alle ore 18:00 del 12 aprile 2019

Apertura GeCoWEB dalle ore 12:00 del 25 gennaio 2019 e fino alle ore 12:00 del 12 aprile 2019

Durata progetto l’Avviso concorre alla copertura dei costi sostenuti dall’impresa nei primi 24 mesi

Possono partecipare

  • Micro, piccole e medie imprese (inclusi Liberi Professionisti):

– costituite non oltre 24 mesi alla data di pubblicazione dell’Avviso sul BURL;

– che hanno o intendono aprire una sede operativa nel Lazio;

– iscritte al Registro imprese della CCIAA competente per territorio e in regola con gli obblighi previsti dai regolamenti comunitari e dalle leggi nazionali e regionali.

  • Promotori (persone fisiche) di nuove micro, piccole e medie imprese che, entro 90 giorni dalla data di comunicazione della concessione del contributo, si costituiscano in impresa e si iscrivano al Registro delle Imprese con i requisiti di cui sopra (PMI costituende).

In entrambi i casi l’attività imprenditoriale deve risultare effettivamente nuova e non prosecuzione di attività già avviate da più di 24 mesi sotto altra forma.

 

Settori di attività ammessi

Patrimonio culturale ed artistico – Arte, Restauro, Artigianato artistico (di elevata qualità artistica, di continuità con le tradizioni locali o a servizio degli altri settori ammissibili), Tecnologie applicate ai beni culturali, Fotografia;

Architettura e Design – Architettura, Design, Disegno industriale (prototipazione e produzione in piccola scala di oggetti ingegneristici ed artigianali), Design della Moda;

Musica;

Audiovisivo;

Editoria;

Comunicazione;

Videogiochi e software.

 

Maggiori info su: http://www.lazioinnova.it/bandi-post/startup-culturali-e-creative/

Comments are closed.

« »